Anno uno

Anno uno

Allora il bracciante lascerà la vanga
dicendo — Basta ! —
questa terra è mia —

Camminerà verso il municipio

dove quel cretino d’impiegato FINALMENTE

smetterà di scrivere

e guardando nel cielo

—di colpo — vedrà

una nuvola bianca

  • LIBERA –

Si metterà a marciare

a fianco al bracciante

da stanza a stanza

fino all’ufficio del padrone.

Entreranno senza bussare
per annunciare coi dittafoni
“Ascoltateci tutti

DA OGGI INIZIA L’ANNO UNO
ogni uomo sulla terra
mangerà lo stesso pane
avrà la stessa paga.

Guai a chi vuol essere padrone!

 

NAT SCAMMACCA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *